Luci d’Artista occasione di rilancio per un accoglienza turistica nei comuni della cerchia salernitana.

E’ questa l’idea progettuale avanzata al Comune di Salerno dai rappresenti del Consorzio delle Pro Loco del comprensorio Salerno Picentini Irno Sele, un area vasta a ridosso della città con una buona animazione turistica che, con il valore aggiunto dell’offerta di accoglienza ai visitatori delle luci d’artista, potrebbe significare sviluppo della vocazione turistica nell’area comprensoriale.

La proposta è stata presentata all’Assessore Mimmo De Maio nel corso dell’incontro svoltosi giovedì pomeriggio nel palazzo di città di Salerno dai presidenti delle Pro Loco consorziate nel CoPIS, capeggiati dal presidente Pietro D’Aniello. Presente all’incontro anche Franco Picarone, consigliere regionale e presidente commissione bilancio della regione campania.

Con 26 Pro Loco consorziate , il volontariato di promozione sociale e turistica dell’area salernitana dei monti Picentini, della valle dell’Irno e della valle del Sele, risulta essere un piccolo ma sostanziale pilastro su cui si fonda l’articolato settore economico del turismo. – ha precisato il presidente del CoPIS – A giustificare questa valenza basta solo ricordare l’attrattiva turistica realizzata con la mostra presepiale internazionale al convento San Francesco di Giffoni Valle Piana, la saga dei Briganti di Olevano sul Tusciano, i presepi viventi , le sagre dei prodotti tipici (mela annurca, castagna, olio, nocciola, etc.) e tante altre iniziative natalizie. Tutto ciò fa comprendere come il ruolo del volontariato di promozione sociale sia importante per lo sviluppo della vocazione turistica delle zone rappresentate. Da questa motivazione deriva la necessaria convinzione che in un grande evento, come le luci d’artista di Salerno, possa essere ritagliato un ruolo promozionale per le nostre Pro Loco.”

Il CoPIS, su preciso invito dell’assessore De Maio, protocollerà nei primi giorni della prossima settimana l’ipotesi di intesa con l’organizzazione delle “Luci d’Artista” dettagliata con un piano di offerta turistica comprendente accoglienza, animazioni, itinerari e visite guidate.

nicolavitolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *